Memorial “Maurizio Pesce”

Queste le parole di Andrea Lenzo, presidente della Sammargheritese 1903, in ricordo di Maurizio Pesce persona alla quale la kermesse giovanile è dedicata:

Per i nostri bambini e ragazzi l’aspetto ludico e sportivo è di certo preminente.
Il desiderio della nostra Associazione, però, è continuare a mantenere sempre vivo e presente il ricordo di Maurizio.
Non un semplice nome stampato su una coppa o la “sigla” di un evento.
Maurizio era un uomo di sport, gentile, professionale, preparato, con un’infinita passione per il calcio e per i suoi ragazzi.
Grazie a Lui la Sammargheritese nei primi anni 2000 ha visto rinascere l’intero settore giovanile. Sempre Lui ha avuto la capacità di radunare uno staff tecnico di prim’ordine e di tessere rapporti con importanti società di serie A.
Maurizio è mancato in una calda giornata durante una partita organizzata con i ragazzi della sua leva. E’ mancato sul rettangolo di gioco, la sua casa.
Proprio per riconoscenza nei confronti di Maurizio, per non gettare al vento il lavoro svolto e, soprattutto, per onorare al meglio il suo ricordo, tra il 2009 ed il 2010 la dirigenza della Sammargheritese ha deciso di anteporre gli interessi di un’intera comunità a quelli dei singoli: l’abbandono delle insegne della Corte 82 per riprendere quelle della gloriosa squadra Arancione e la decisione di ricreare un unico settore giovanile dopo il trasferimento del titolo sportivo a Rapallo.
Maurizio è, quindi, un pezzo vivo e presente della nostra storia, la pietra fondante di tutto il nostro presente.
Maurizio é il motivo per cui i nostri bambini continuano oggi e continueranno in futuro ad indossare una maglietta arancione con lo stemma della margherita sul petto.
Maurizio Pesce c’è. Ci sarà sempre!