Esordio vincente per la Juniores

Comincia bene l’avventura della Juniores nel campionato Regionale di Eccellenza. I ragazzi di mister Voci vincono 2-0 contro il Busalla grazie ad una buona prova da parte di tutti.
La gara, disputata al Broccardi e programmata alle 17 di sabato pomeriggio, inizia con oltre un’ora di ritardo perché l’arbitro della partita precedente si è semplicemente dimenticato di venire al campo.
Sul calar delle luci, quindi, entrano in campo con la nuova divisa Orange sponsorizzata dall’Avis di Santa Margherita i seguenti undici: in porta Luca Inversetti, leva 2002, la linea difensiva composta da destra a sinistra da Fabio Bucchioni, Francesco Bove, Filippo Fugazzi e Alessandro Demartini, coppia centrale di centrocampo Mattia Dapelo e Davide Ori, supportati a destra da Giacomo Guarrella e sul lato mancino da Davide Moladori, in attacco il duo Andrea Galliano e Leonardo Pizzoni. In panchina, pronti ad entrare, Filippo Guarrella, Lorenzo Bocchi, Renis Shtylla, Dario Campolo, Gabriele Terrile, Alessio Corradini, Flavio Doci, Sebastiano Battaglia e Andrea Solari.
La squadra inizia con il piglio giusto e fin da subito prende in mano le redini della partita, gioca a buon ritmo, in possesso palla, cercando gli inserimenti provati in allenamento. Quando la giocata si realizza vengono fuori i problemi per la retroguardia avversaria e solo la bravura dell’estremo difensore ospite non permette alla Samm di andare al riposo in vantaggio. Il numero 1 si supera in due occasioni: la prima respingendo in uscita su Galliano, trovatosi solo a tu per tu, la seconda ancora più clamorosa, con una deviazione felina, di puro istinto, su un tocco al volo da due passi di Pizzoni.
Nella ripresa il canovaccio della gara non cambia ma finalmente arrivano i meritati gol. Il primo lo segna Dapelo con una conclusione dal limite dell’area leggermente defilato, di destro in controbalzo, che si infila nell’angolino opposto, una rete da applausi. Il raddoppio lo realizza il neo entrato Battaglia, anche lui con un destro ad incrociare dai sedici metri, e in questo caso la gioia è doppia per innumerevoli motivi che non stiamo qui a raccontare: grande Seba, un abbraccio col cuore. Nel finale di partita c’è tempo anche per Inversetti di guadagnarsi la pagnotta con l’unica parata degna di nota ma che permette alla sua squadra di mantenere inviolata la porta in questa sfida all’esordio.
Bravi ragazzi, continuiamo così.