La Samm espugna il Macera per 3-1 e porta a casa il derby

Grande prestazione della Sammargheritese che espugna il Macera e vince con merito il derby contro il Rapallo per 3-1, ottenendo l’ottavo successo in trasferta del torneo. Una bellissima vittoria, arrivata dopo una gara giocata a senso unico, che permette agli Orange di continuare a lottare per il secondo posto. Non sarà facile. Il distacco dall’Imperia, secondo in classifica, resta di quattro punti a tre giornate dal termine, mentre si assotiglia vistosamente il vantaggio della Rivarolese terza in graduatoria, caduta in Valdivara ed ora ad un solo punto sopra l’accoppiata Samm-Vado. L’obiettivo è fare nove punti sperando in un passo falso dei rivali. Il calendario propone Molassana e Moconesi al Broccardi, inframezzate dall’ultima trasferta stagionale ad Albenga. In ogni caso, qualsiasi cosa succeda, rimane un’annata indimenticabile per i “Camisa Boys” che partiti con l’obiettivo salvezza si sono trovati a lottare per traguardi inimmaginabili ad inizio anno.

Intanto mettiamo in archivio l’ennesimo capolavoro di squadra. Il successo al Macera, per certi versi e in alcuni anni, sarebbe valso una stagione intera ma questa volta il derby del Tigullio era qualcosa di più di una gara sentita tra due cittadine a tre km di distanza. Per la truppa Orange era l’ennesima prova di maturità, un ostacolo difficile per continuare a mantenere vivo il sogno degli spareggi per la Serie D. I ragazzi, ancora una volta, non hanno tradito le aspettative e hanno giocato una gara quasi perfetta, dominando la partita e vincendo alla fine senza grosse recriminazioni da parte degli avversari. Ad onor del vero qualche piccola sbavatura c’è stata nel primo tempo e su una di queste il Rapallo ha trovato il pareggio poco prima del riposo ma nella ripresa il monologo Orange non ha dato scampo ai bianconeri. Il vantaggio arriva poco prima del quarto d’ora grazie ad Oscar Marrale che sblocca la gara e soprattutto sblocca se stesso dal digiuno da gol che durava da prima della sosta natalizia. Quale occasione migliore per “Bum-Bum” di confermare di essere il bomber della formazione con nove reti in campionato. Nel secondo tempo, come detto, una sola squadra in campo, possesso palla continuo e Rapallo rintanato nella propria metà campo a cercare in tutti i modi, anche con qualche fallo di troppo, di limitare i danni. Alla lunga, però, il lavoro ai fianchi ha avuto il sopravvento e le modalità eccessive per fermare i nostri ragazzi hanno portato l’arbitro ad estrarre cartellini gialli doverosi. A venti minuti dalla fine il secondo cartellino per Barabino costringe i padroni di casa in inferiorità numerica. Pochi minuti dopo, l’ennesimo fallo sulla corsia di sinistra porta Cilia a calciare verso l’area piccola una punizione con il contagiri sulla quale si avventa di testa capitan Mortola che colpisce di forza ed insacca nonostante il tentativo di deviazione dell’ex portiere Roi. Prima del novantesimo Alex Belfiore, entrato in campo da poco, va via palla al piede, brucia in velocità Salvarezza, entra in area e viene steso nettamente: cartellino rosso e calcio di rigore. Sul dischetto si presenta lo stesso attaccante che spiazza l’estremo difensore di casa: 3-1, Rapallo in nove e sfida finita. C’è anche tempo per mettere la ciliegina sulla torta, mister Camisa non perde l’occasione e regala ad Andrea Solari Basano, classe 2000, la gioia della prima presenza in Eccellenza. Dopo l’esordio nella scorsa stagione di Francesco Canella, si tratta del secondo giocatore della leva del nuovo millennio, e soprattutto proveniente dalla Cantera Orange, a calcare questi palcoscenici con la maglia della Samm. Speriamo che sia di buon auspicio e che altri “nostri” Juniores possano giocare in questa impegnativa categoria.
Al triplice fischio grande gioia e festa sotto la tribuna con foto di gruppo, con maglietta e vittoria dedicate al giovane compagno di squadra Fabio Ferrari che recentemente ha avuto un problema di salute abbastanza serio: un grande abbraccio Fabietto!

RAPALLO: Roi, Barabino, Michi, Verrini, Lombardo (20’st Revello), Pondaco, Sanguineti (20’st Maffei), Sbarra, Marasco, Rossi (1’st Carbone), Marchi (25’st Salvarezza). Allenatore: Marselli
SAMMARGHERITESE: Raffo, Bozzo (25’st Neirotti), Gallio, Gambarelli, Maucci (36’st Bosetti), Mortola, Cilia, Privino (43’st Solari), Marrale (25’st Belfiore), Masi, Amandolesi. Allenatore: Camisa
Arbitro: Federico Tassano di Chiavari; assistenti: Duilio Angelone e Lorenzo Garbarino di Genova
Marcatori: 12’pt Marrale, 40’pt Sbarra (R), 32’st Mortola, 42’st Belfiore rig.